WHISTLEBLOWING

Per garantire certezza di azione ed evitare fuoriuscita di notizie in grado di compromettere l’immagine dell’ente e/o della persona segnalante, l’Ordine individua come soggetto competente a ricevere le segnalazioni il Responsabile per la Prevenzione della Corruzione. Sarà compito di tale soggetto, una volta pervenuta la segnalazione, acquisire ulteriori informazioni, utili a circostanziare la denuncia, presso gli uffici interessati. Una volta accertata la presenza di tutti gli elementi utili ad acclarare i fatti, la segnalazione viene trasmessa alla Commissione di disciplina che procederà all’ istruttoria e, se del caso, allo svolgimento del procedimento disciplinare e/o all’Autorita Giudiziaria, in presenza di fatto che costituisca reato.
Sono ammesse segnalazioni aperte (identità palese) e segnalazioni riservate (identità conosciuta esclusivamente da chi riceve la segnalazione). Sono entrambe preferibili alle segnalazioni anonime, in quanto – se incomplete e poco dettagliate – consentono comunque un approfondimento. Infine, considerata la possibilità di dialogo attraverso strumenti informatici o cartacei che non impongono la conoscenza dell’identità del segnalante, e ammesso altresì l’anonimato.
In tale ultima ipotesi, è evidente che la segnalazione potrà avere seguito solo se adeguatamente circostanziata. Suddette segnalazioni possono essere inviate debitamente compilate al responsabile della prevenzione della corruzione dell’Ordine degli Avvocati all’indirizzo della sede dell'Ordine degli Avvocati -Palazzo di Giustizia - Via Paterlini, 1 42124 Reggio Emilia oppure tramite e-mail al seguente indirizzo : 

info@ordineavvocatireggioemilia.it

ord.reggioemilia@cert.legalmail.it

 

Link al sito dell’Autorità Nazionale Anticorruzione – Segnalazioni di illecito – whistleblower

Ultimo aggiornamento 17:25, 21 Jan 2019